FAQ: Domande frequenti su sistemi di allarme, antifurti e videosorveglianza

Hai una domanda che non trovi in questa pagina? Mandaci un messaggio!

Informazioni generali

A chi si rivolge GA Elettrica

GA Elettrica installa impianti d’allarme antifurti e antintrusione sia in ambito residenziale sia in ambito lavorativo:

  • Case singole
  • Case isolate
  • Ville
  • Ville a schiera
  • Uffici
  • Piccole aziende
  • Negozi

Che tipo di impianti installa GA Elettrica

Dove lavora GA Elettrica

GA Elettrica installa impianti d’allarme, antifurto e antintrusione nelle province di :

  • Como
  • Milano
  • Varese.

Come contattare GA Elettrica

Contattare GA Elettrica è semplice: telefonaci o compilare il modulo di richiesta, ti contatteremo il prima possibile.

Tutti i riferimenti li trovi nella pagina contattaci.

Modalità di pagamento

GA Elettrica per venire incontro alle esigenze dei propri clienti permette di scegliere tra diverse formule di pagamento:

  • Acconto 30% , a seguire pagamenti 30-60-90 gg.
  • Acconto 30% , saldo a collaudo positivo: sconto.
  • Acconto 30% , saldo anticipato 5 gg prima dell’installazione: sconto extra.

Cos'è l' A.I.P.S.

L’ AIPS è l’ Associazione Installatori Professionali Sicurezza, l’ unica associazione italiana che riunisce e rappresenta le aziende che si occupano di installazione e manutenzione di apparecchiature e sistemi di sicurezza. L’iscrizione all’associazione, che non è obbligatoria, è sinonimo di qualità, sicurezza e impianti a norma.

Cos'è la CEI 79-3

La CEI 79-3  è la vigente normativa italiana che regolamenta gli impianti di Allarmi Intrusione & Rapina, (I&HAS).

Lo scopo della Norma CEI 79-3 è quello di descrivere un processo efficace ed efficiente di progettazione, realizzazione, collaudo e manutenzione degli impianti di allarme intrusione e rapina in modo che forniscano le prestazioni prescritte riducendo al minimo gli allarmi indesiderati.

Detrazioni fiscali

GA Elettrica si aggiorna continuamente sulle vigenti norme relative alle detrazioni fiscali, per informare e consigliare i propri clienti sulle agevolazioni possibili.

Attualmente è possibile richiedere:

  • IVA 10 %, su una parte del materiale utilizzato per la realizzazione dell’impianto di allarme e antifurto.
  • Detrazione fiscale del 50% (Valida fino al 31 dicembre 2016). Questa detrazione fiscale comprende le spese sostenute per l’installazione di un impianto d’allarme antintruisione e di videosorveglianza e una serie di misure aggiuntive orientate alla sicurezza.

Impianti d’allarme, antifurti e antintrusione

Cos'è il Grado di Sicurezza di un impianto d'allarme?

Il grado di sicurezza di un allarme è un valore da 1 a 4 che indica il livello di protezione degli impianti di allarme e antintrusione secondo la classificazione della norma CEI79-3 :

  • Grado 1: rischio basso. Attacchi da soggetti inesperti, intrusi con bassa conoscenza di impianti di allarme e con attrezzatura limitata.
  • Grado 2: rischio medio basso. Attacchi da soggetti con competenze minime, intrusi con limitate conoscenza degli impianti di allarme e attrezzatura apposita.
  • Grado 3: rischio medio alto. Attacchi da soggetti con competenze elevate, intrusi pratici di impianti di allarme con attrezzatura apposita ed elettronica.
  • Grado 4: rischio alto. Attacchi da soggetti che hanno competenza specifica del sistema, intrusi organizzati per pianificare intrusioni, esperti di impianti di allarme, dotati di attrezzatura apposita e parti sostitutive dell’impianto.

Il grado di sicurezza viene stabilito prendendo in esame:

  • i materiali utilizzati: tipologia, certificazione, marchiature di qualità
  • il posizionamento dei sensori a difesa dell’abitazione.

Differenza tra antifurti senza fili e con i fili, quale scegliere?

Tra un antifurto senza fili e un antifurto con i fili a parità di qualità dei prodotti non esistono differenze riguardanti affidabilità e prestazioni.

La differenza tra i due impianti è data dalla presenza o meno di una predisposizione per l’impianto filare con una tubazione sottotraccia nell’abitazione. Se questa non è presente è preferibile installare un impianto senza fili in modo da evitare canalizzazioni esterne o lavori di muratura.

Come realizzare un antifurto efficace?

Un’antifurto efficace, è prima di tutto un sistema di antintrusione che intercetti i malviventi il prima possibile e il più distante possibile dalla casa.

Lo scopo è quello di creare una vera e propria barriera virtuale utilizzando sensori esterni in giardino, terrazzo o balcone che facciano suonare la sirena esterna ancora prima che il ladro possa entrare o recare danno agli infissi.

La presenza di sensori all’interno dell’abitazione o collocati su porte e finestre rappresentano un ulteriore sbarramento, utile nel caso il ladro non fosse scappato con lo scattare dell’allarme esterno.

Com'è fatto un impianto d'allarme

Un impianto antintrusione è composto da tre parti:

  • Centrale d’allarme, completa di alimentatore e batteria di accomulatori per funzionare anche in mancanza di energia elettrica,
  • Rilevatori o sensori, che rilevano i tentativi di intrusione.
  • Attivatori (sirene, combinatori telefonici) dispositivi d’allarme locali o remoti.

Perchè affidarsi ad un installatore professionista?

Un installatore professionista è in grado di effettuare una corretta analisi dei rischi, studiare l’immobile e le sue caratteristiche e proporre il corretto sistema d’allarme che risponda alle esigenze dei clienti. Ti consiglia i migliori prodotti e le tecnologie da impiegare per tenere al sicure le tue persone care e la tua casa.

Qual'è il Grado di Sicurezza degli impianti GA Elettrica

Gli impianti di allarme e antintrusione installati da GA Elettrica garantiscono il Grado 2 di sicurezza ampliabile fino al Grado 4 .

Avvalendosi di installatori professionisti del settore (e non semplici elettricisti) GA Elettrica è in grado di fare una corretta analisi e valutazioni dei rischi in modo da poter consigliare l’impianto più adatto e del corretto grado di sicurezza.

Si può montare un impianto d'antifurto misto?

Si!

É possibile installare impianti d’allarme misti, cioè composti da una parte di sistema con i fili e una parte del sistema via radio. L’installatore sfrutterà dove è presente la predisposizione per l’impianto con i fili e dove non è previsto, come all’esterno dell’abitazione, installerà un impianto senza fili.

Come posso tenere lontano i ladri?

Montando sensori all’esterno che rilevino l’intrusione in giardino o su terrazzi e balconi è possibile tenere ladri e malviventi lontani dalla propria abitazione, per questo motivo GA Elettrica consigli l’installazione di un impianto d’antifurto per esterni.

Come faccio ad essere sicuro che il sistema di allarme funzioni correttamente?

I sistemi via radio più sofisticati ad intervalli di tempo regolari di qualche minuto fanno un supervisione dello stato di tutti gli apparati presenti nell’installazione comunicando tempestivamente (anche a voce) eventuali anomalie.

Per i sistemi filari normalmente al verificarsi di qualche problema fa seguito l’accensione di una relativa spia led sulla tastiera o sulla centrale.

E se ho un cane o un gatto?

Un impianto d’allarme di qualità, installa sensori che sono immuni ad animali delle dimensioni massime di 20/25 kg.

L’installatore professionista è in grado di valutare le esigenze del cliente e decidere se montare specifici sensori immuni agli animali nell’area esterna alla casa o anche nell’area interna.

Componenti di impianti d’allarme, antifurti e antintrusione

Sono meglio cancelletti e grate alle finestre o il sistema di allarme?

Per una protezione completa GA Elettrica consiglia entrambi.

Le barriere fisiche rallentano l’operato dei ladri, i sensori d’allarme intercettano i ladri prima che possano manomettere cancelli, grate, serramenti e recare danni.

La sirena esterna serve?

Si !
Il suono di una sirena d’allarme non fa intervenire i vicini, ma la sua presenza è un primo deterrente per i ladri. La sua presenza indica che la casa è protetta e questo significa che mentra suona è probabile che un combinatore telefonico stia già chiamando qualcuno che interverrà.

Il combinatore telefonico serve?

Si!

Il combinatore telefonico è un elemento fondamentale in un sistema d’antifurto a regola d’arte. Quando il sistema d’allarme rileva un intrusione il combinatore telefonico inoltre una chiamata al proprietario, ai carabiniere, alla vigilanza, in pratica a chi deve intervenire.

Il combinatore telefonico neccessita di linea fissa?

Non necessariamente!
I moderni combinatori telefonici sono realizzati per rispondere alle esigenze dei clienti, esistono quindi combinatori telefonici che:

  • utilizzano la linea fissa telefonica dell’abitazione
  • sono predisposti per integrare una scheda sim ed utilizzano la linea cellulare.

Cos'è un sistema d'allarme volumetrico

Il sistema d’allarme volumetrico, è un sistema installato all’interno dell’abitazione in grado di intercettare una presenza fisica, un movimento o una variazione di temperatura.

Quando rileva una variazione il sistema volumetrico invia un segnale che fa scattare la sirena e il combinatore telefonico.

Che tipo di sensori volumetrici esitono?

I sensori volumetrici vengono distinti in base alla tecnologia che utilizzato per rilevare l’intrusione:

  • Infrarossi attivi e passivi.
  • Microonde (onde eletromagnetiche).
  • Doppia tecnologia: infrarossi + microonde.
  • Contatti magnetici: applicati a porte e finestre.

Cos'è un sistema d'allarme perimetrale?

Il sistema d’allarme perimetrale è una protezione esterna all’abitazione, installata lungo le pareti creando un muro di difesa. Questo sistema suona solo se vengono aperte fineste, porte finestre e porte di ingresso.

Come controllo il sistema di allarme?

Per attivare o disattivare i sistemi di allarme e antifurto si utilizzano tre tipologie di strumenti:

  • Tastiere, attivano o disattivano l’allarme attraverso un codice numerico o alfanumerico. Possono essere sia interne che esterne.
  • Chiavi elettroniche, contengono uno speciale codice selzionato tra miliardi di combinazioni possibili.
  • Telecomandi, lavorano a radiofrequenza disattivando/attivando l’impianto di allarme direttamente dall’esterno.

Le chiavi elettroniche e i telecomandi sono soluzioni molto pratiche, ma allo stesso tempo bisogna prestare attenzione perchè se smarriti assieme alle chiavi di casa, danno completo accesso all’abitazione.

Antifurti e allarmi senza fili

Differenza tra antifurti senza fili e con i fili, quale scegliere?

Tra un antifurto senza fili e un antifurto con i fili a parità di qualità dei prodotti non esistono differenze riguardanti affidabilità e prestazioni.

La differenza tra i due impianti è data dalla presenza o meno di una predisposizione per l’impianto filare con una tubazione sottotraccia nell’abitazione. Se questa non è presente è preferibile installare un impianto senza fili in moo da evitare canalizzazioni esterne o lavori di muratura.

Quali frequenza di trasmissione utilizza un antifurto senza fili?

Tutti i sistemi di antifurto via radio utilizzano normalmente la stessa frequenza 433Mhz, la differenza tra le trasmissioni è data dal codice della casa costruttrice.

I sistemi radio più professionali e performanti, come quelli installati da GA Elettrica, trasmettono contemporaneamente su due frequenze (433Mhz e 868 Mhz) in modo da aumentare il grado di sicurezza dell’impianto.

I sistemi senza fili costano di più?

Si! I sistemi senza fili costano di più perche integrano nei vari sensori anche la parte radio trasmissiva sopperendo alla mancanza dei cavi per trasmettere le informazioni alla centrale.

Però, tale costo va a coprire quelli di una eventuale predisposizione (canale esterno, opere murarie, infilaggio cavi) per la realizzazione di un sistema con i fili.

Antifurti wireless, antifurti senza fili e antifurti radio sono la stessa cosa?

I termini:

  • antifurti wireless,
  • antifurti senza fili
  • antifurti radio

sono utilizzati come sinonimi per indicare tutti quegli impianti di allarme realizzati senza utilizzare cavi di collegamento.

Se cambio casa?

Uno dei vantaggi di installare un sistema d’antifurto senza fili è che nel caso di un trasferimento, puoi smontarlo e rimontarlo nella nuova abitazione.

Un installatore professionista è in grado di smontare l’impianto e rimontarlo nell’ordine dei 2 giorni lavorativi.

L'impianto senza fili è sicuro?

I sistemi di antifurto e allarme senza fili di qualità sono sicuri perchè utilizzano trasmissioni criptate e cambio sequenziale del codice ad ogni trasmissione.

Per i ladri è impossibile riuscire ad intercettare e copiare i codici, se il sistema riceve due volte lo stesso codice segnala un tentativo di manomissione dell’impianto.

I ladri possono mettere fuoriuso il sistema?

Le trasmissioni di un antifurto senza fili (via radio) possono essere disturbate attraverso uno strumento chiamato Jammer. In gergo tecnico di dice che si sta accecando il segnale.

Un sistema di antifurto senza fili di qualità è in grado di riconoscere questo attacco come una manomissione e fa scattare l’allarme suonando le sirene e avvisando tramite combinatore telefonico.

Fai una domanda, GA Elettrica risponde!

Hai una domanda, un dubbio, una curiosità sui sistemi di allarme, antifurto, antintrusione e videosorveglianza a cui non hai trovato risposta?

Scrivici! Andrea Santoro fondatore di GA Elettrica o uno dei nostri tecnici specializzati ti risponderà prima possibile.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

La tua domanda

Accetto la Policy sulla privacy

Andrea santoro fondatore di GA Elettrica